Allergie primaverili: rimedi naturali e sana alimentazione per combattere i fastidiosi sintomi

Soffrire d'allergia può farti odiare fortemente la primavera, eppure esistono dei rimedi naturali e dei cibi capaci di alleviare i fastidiosi sintomi

Rimedi naturali contro l'allergia primaverile
0 37

Siamo sopravvissuti al freddo di Burian, al passaggio all’ora legale, ma sapete che primavera per molti, almeno un italiano su quattro dicono le statistiche, è sinonimo di allergie. E questo comporta occhi rossi e doloranti, naso tappato, continui starnuti e malessere generale, c’è chi ci convive da anni e si sta già attrezzando con spray, colliri e antistaminici, ma le allergie primaverili possono colpirvi all’improvviso, un anno non ci sono e l’anno dopo vengono a trovarvi. Esisto però dei rimedi tutti naturali contro questa fastidiosa piaga della bella stagione. 

Ovviamente i rimedi naturali non possono guarire le vostre allergie ma possono invece darvi sollievo, molte piante vengono considerate degli antistaminici naturali perché svolgono un’azione antinfiammatoria. Ma non solo, ci sono cibi che rafforzano la produzione dell’istamina, la proteina che viene prodotta dal nostro corpo quando entriamo in contatto con un allergene, causa dei fastidiosi sintomi allergici. 

Le tre foglie miracolose: Tè verde, ortica e basilico 

Il tè verde è una bevanda utilissima in caso di allergia, perfetta da bere sia calda che fredda l’infuso di tè può essere miracoloso. Il tè verde è ricco di quercitina e catechina che previene il rilascio di istamina. Gli esperti consigliano, per i casi più problematici, di assumere delle vere e proprie capsule da almeno 500g due volte al giorno, per degli effetti antistaminici invidiabili. Nel caso non siate degli amanti del tè verde potete ovviare il problema con l’ortica, anche questa pianta funge come antistaminico lenendo i sintomi allergici, anche qui si consiglia l’assunzione di capsule da 300g tre volte al giorno. Anche il basilico è considerato un antistaminico naturale, le sue foglie però non vengono compresse in capsule bensì messe in infusione in acqua bollente e lasciate finchè non si raffredda (30g di foglie per 1l d’acqua). L’acqua al basilico che avrete ottenuto è un toccasana per le eruzioni cutanee dovute all’allergia. 

mangiare sano allerigia
Una sana alimentazione può alleviare i sintomi dell’allergia primaverile

La Vitamina C e gli Omega 3: alimentazione contro l’allergia 

Se anche l’antistaminico non riesce a darvi sollievo dal fastidioso “raffreddore da fieno” potete dare un occhio di riguardo alla vostra alimentazione, alimenti che contengono Vitamina C e Omega 3 svolgono un’azione disintossicante per l’organismo. La vitamina C è considerata anche lei un antistaminico naturale, importantissima per il nostro organismo per contrastare i radicali liberi e sintetizzare il collagene. Tra gli alimenti ricca di Vitamina C vi ricordiamo le arance, i peperoni, le fragole, i kiwi, i pompelmi, il pomodoro, le carte e così via. Gli Omega 3 invece hanno la capacità di ridurre le reazioni allergiche grazie alla loro quantità di acidi grassi, tuttavia molti alimenti che contengono Omega 3 sono essi stessi causa di allergie, come noci e salmone, per questo è meglio affidarci a fonti più sicure come il lino o la canapa. Non sottovalutate però gli alimenti ricchi di flavonoidi, anche loro sono ricchi di quercitina e tra questi ricordiamo le cipolle, le mele, i legumi, il prezzemolo e molti altri. 

Soluzioni saline caserecce 

Ovviamente esistono anche delle soluzioni caserecce per ovviare il fastidioso problema del naso chiuso dovuto all’allergia. Ad esempio è consigliato inumidire le mucose con spray a soluzione salina, meglio se preparata in casa al fine di non danneggiare i seni nasali con quelle irritanti trovati in commercio. Basterà mettere mezzo cucchiaio di sale in 250ml d’acqua calda in cui il sale, ovviamente, si scioglierà, travasate in una peretta o in una siringa di plastica e iniettatelo delicatamente nella narice, un po’ fastidioso ma sicuramente efficace.  

Commenti
Loading...