La teoria dei sette Chakra a la loro influenza sulla nostra salute

La riattivazione dei chakra ripristina l'equilibrio psico fisico dell'uomo, scopri come individuarli e ricaricarti al massimo!

La teoria dei sette Chakra
0 49

La parola “chakra” deriva dal sanscrito, significa ruota oppure vortice. La teoria dei sette Chakra si basa sui centri energetici posti nel corpo umano, indicati anche come punti di forza. I primi documenti riguardanti queste preziose pratiche risalgono alla religione vedica indiana, nel 500 a.C.

Non possiamo definire precisamente i punti chakra in stretto senso anatomico, parliamo bensì di turbini energetici presenti nell’aura. I guaritori dell’India e del Tibet raggiungono la profonda conoscenza attraverso la meditazione che si concentra su questi punti energetici.

Lo Yoga tratta direttamente l’insegnamento dei sette chakra, l’argomento appassiona tuttavia chiunque sia dotato di particolare sensibilità. I punti energetici si irradiano in zone differenti del corpo; a seconda delle loro posizioni, influenzano la circolazione, l’attività ormonale, le emozioni, i pensieri e le funzioni organiche. Il Prana (ovvero l’energia cosmica vitale) viene così trasformata, scorrendo in modo costante nel corpo. L’energia che circola viene raccolta nei chakra.

I chakra sono associati a colori, simboli e mantra (suono di liuto), una divinità ed un elemento che corrispondono alle frequenze di vibrazione tipiche di ogni punto energetico.

I sette chakra, cosa sono e come agiscono

Primo chakra o chakra della radice

Il chakra Muladhara è la radice del sistema energetico; raccoglie l’energia dalla natura e dalla terra per poi trasformarla. E’ rappresentato da quattro petali. L’energia Kundalini risiede proprio in questo punto, può ascendere attraverso gli altri chakra migliorando lo sviluppo della personalità. E’ rappresentato dal colore rosso, simbolo di forza vitale e passione.

Secondo chakra o chakra del soffio vitale

Il chakra Svadhisthana è il fulcro della sessualità e della gioia di vivere; significa dolcezza, riferito al concetto di felicità fisica o sessuale. L’acqua rappresenta il secondo chakra, che si associa al flusso della vita. Il suo simbolo è la falce di luna, il colore corrispondente è l’arancio, poiché favorisce la creatività e la voglia di vivere.

Terzo chakra o chakra del plesso solare

Il terzo chakra detto Manipura, significa “il gioiello lucente” oppure “ricoperto di pietre preziose”. E’ indispensabile per accumulare energia, è il fulcro da cui il Prana si irradia verso il resto del corpo. Il colore che lo rappresenta è il giallo, associato al fuoco. Il suo simbolo è il montone, spesso rappresentato anche come Destriero del Dio del Fuoco (Agni). Il chakra Manipura è inoltre l’origine delle 72.000 nadi (una rete energetica vitale che parte dall’ombelico).

La teoria dei sette Chakra a la loro influenza sulla nostra salute
La teoria dei sette Chakra

Quarto chakra o chakra del cuore

E’ posizionato all’altezza del cuore e porta il nome di Anahata-Chakra, è il centro dell’essere umano e collega i tre chakra inferiori (relativi all’istinto), con i tre chakra superiori (che si concentrano sulla coscienza superiore). E’ associato all’immagine di Vayu, il dio dei venti che cavalca l’antilope (animale simbolo del quarto chakra); si collega all’elemento dell’aria e della respirazione.

 

Quinto chakra o chakra della gola

Il chakra Vishuddha è la sede dei suoni e delle parole che risuonano all’interno del corpo umano. Il suo elemento corrispondente è l’etere, simbolo dello spazio e della purezza. L’elefante bianco rappresenta l’essenza del quinto chakra, il destriero del dio più importante della religione vedica, Indra. E’ posizionato all’altezza della gola, il suo colore è l’azzurro.

Sesto chakra o chakra del terzo occhio

E’ il centro spirituale del nostro corpo, il chakra Ajna migliora l’attenzione e la consapevolezza. Nel sesto chakra confluiscono le nadi principali Ida e Pingala; la loro unione rappresenta il superamento della dualità raggiungibile tramite le pratiche meditative. L’energia vitale di Ajina abbatte le ostruzioni, così da poter conseguire elevate conoscenze. La figura più importante del sesto chakra è Shakti Hakini, un dio androgino che simboleggia sia la componente maschile, che quella femminile. Il cerchio (ovvero il simbolo dell’origine dell’Essere) e i due petali alati che lo rappresentano, indicano il superamento della polarità. E’ situato all’altezza della ghiandola pineale, il suo colore è il blu.

Settimo chakra o chakra della corona

Il simbolo più importante del chakra Sahasrara è il loto dai mille petali. Il numero utilizzato rappresenta perfezione e completezza; in questo importante punto energetico viene sprigionata la forza del serpente Kundalini, che simboleggia il risveglio di ogni potenzialità dell’essere umano. Il fiore di loto cresce nella melma, senza luce, per poi trasformarsi in uno splendido fiore, puro e forte. Il procedimento rappresenta lo sviluppo della nostra consapevolezza, per raggiungere la luce dell’anima. Nel settimo chakra Sahasrara risiede inoltre Shiva, la consapevolezza pura. Tramite la pratica dello Yoga possiamo scoprire Shiva per ricongiungerla a Shakti, così da compiere il distacco definitivo e finale dal ciclo della nascita. Il suo colore è il viola.

Quali pratiche trattano direttamente l’attivazione dei chakra?

Oltre allo yoga già citato in precedenza, puoi affinare e migliorare le tue doti mediante l’attivazione dei chakra, per ripristinare la corretta salute fisica e mentale con:

  • Reiki: tecnica giapponese in cui il terapista trasferisce la propria energia al corpo del paziente tramite le mani
  • Agopuntura: prevede l’inserimento di aghi sottilissimi per ripristinare l’equilibrio tra lo Yin e lo Yang
  • Cristalloterapia: ripristina l’armonia tramite l’applicazione di cristalli appoggiati sul corpo
  • Aromaterapia: mantiene in salute il corpo tramite oli essenziali ricavati dalla natura
  • Fitoterapia – Fiori di Bach: il corpo trae beneficio dall’uso di 38 fiori differenti, ricchi di principi energetici
  • Musicoterapia: utilizza la musica per donare benessere al corpo e allo spirito
Commenti
Loading...