Tutto quello che dovete sapere sul Mindfulness: la ricerca della consapevolezza

Il Mindfulness non ha niente a che fare con il controllo della mente, è sufficiente coltivare la nostra mente per non farci sopraffare dalle negatività della vita

Mindfulness meditazione
0 25

Il Mindfulness, la consapevolezza di noi, la capacità umana di essere pienamente presenti e consapevoli di dove siamo e di quello che stiamo facendo. Il Mindfulness è una capacità già presente nelle persone che necessita però di essere allenata e coltivata, troppe volte viene sopraffatti da quello che succede intorno a noi, come se non riuscissimo a controllarlo. In una situazione scomoda la nostra mente inizia a vagare e perde il contatto con il nostro corpo, e ci perdiamo in pensieri ossessivi che ci fanno precipitare in uno stato ansioso. Attraverso la pratica del Mindfulness è possibile controllare la nostra mente senza farci sopraffare, è necessario coltivare la nostra mente con esercizi di meditazione per allenare la nostra mente ad essere libera da ogni limite esterno. 

Quattro cose che devi sapere sul Mindfulness 

  1. Il Mindfulness non ha niente a che fare con l’esoterismo o con pratiche oscure del controllo della mente, è una capacità già presente in ogni persona che necessita però di allenamento. 
  2. Il Mindfulness non può essere acquisito, è già presente in tutti noi, e non può in nessun modo cambiare chi siamo. Occorre coltivare questa qualità innata con semplici pratiche per il beneficio di noi stessi e della gente che ci circonda. 
  3. Non dobbiamo cambiare il nostro modo d’essere, il Mindfulness non ci impone un cambiamento di personalità, anzi. Il Mindfulness riconosce e coltiva il meglio di chi siamo come esseri umani. 
  4. Il Mindfulness ha tutte le carte in regola per diventare un fenomeno sociale trasformativo. Questo perchè chiunque può farlo senza dover cambiare le sue convinzioni. È facile da imparare. Riduce lo stress. Si basa sull’evidenza dettata dalla scienza. 

Il Mindfulness si basa su principi della meditazione, e a questo ci siamo arrivati, tuttavia non dobbiamo pensare che la meditazione (quella con la M maiscola) risieda solo nella nostra mente. La meditazione inizia e finisce nel nostro corpo, nella piena consapevolezza del nostro essere, dove siamo e cosa sta succedendo. Mindfulness è prendersi il tempo per prestare attenzione, è questo che sprigiona il senso di calma; riabituandoci ai ritmi interni del nostro corpo. 

mindfulness
Posizione meditazione Mindfulness

Come si inizia il Mindfulness 

Per iniziare a meditare è importantissima la postura che, ovviamente, non è dettata dal caso. Basta anche solo un minuto al giorno in questa posizione per iniziare a stabilizzarci e rilassarci nel pieno di una giornata frenetica.  

1) Prendi posto: su qualsiasi cosa tu stia sedendo: una sedia, un cuscino da meditazione, una panchina del parco, trova un posto capace di darti stabilità, non appollaiato o sospeso. 

2) Notate cosa stanno facendo le gambe. Se siete su un cuscino sul pavimento, incrocia le gambe comodamente davanti a te. Se invece sei su una sedia o una panchina, è meglio che i piedi tocchino il pavimento per evitare posizioni troppo scomode.  

3) Raddrizza, senza irrigidire la parte superiore del corpo. La colonna vertebrale ha una curvatura naturale, seguila senza sforzarti. La testa e le spalle possono riposare comodamente sopra le vertebre.  

4) Posiziona le braccia parallele alla parte superiore del corpo, quindi lascia cadere le mani sulla parte superiore delle gambe. Con le braccia dietro ai tuoi fianchi, le tue mani atterreranno nel punto giusto.  

5) Abbassa leggermente il mento e lascia che lo sguardo cada dolcemente verso il basso. Puoi abbassare le palpebre e lentamente chiudere gli occhi, anche se non è necessario chiudere gli occhi quando si medita. Lascia semplicemente che ciò che appare davanti ai tuoi occhi stia lì senza focalizzarti su di esso. 

6) Rimani così per alcuni minuti. Rilassati. Ora alzati e vai avanti con la tua giornata. 

7) Inizia di nuovo. Ritrova la tua posizione e segui il tuo respiro, o meglio, segui il tuo respiro, quando entra e quando esce. Inevitabilmente, la tua attenzione lascerà il respiro e vagherà in altri luoghi. Non preoccuparti di giudicarti o di ossessionarti per il contenuto dei pensieri. Te ne vai e torni indietro. 

Questo è tutto sulla pratica del Mindfulness. Molti dicono che è molto semplice, ma non è necessariamente facile. È un lavoro continuo in cui è importante la costanza.  

 

Commenti
Loading...