Amazon: pronti due nuovi centri in Nord Italia

Il colosso statunitense ha deciso di aprire in Italia entro il prossimo autunno altri due nuovi centri, che sorgeranno nel Nord. Pronti 1.600 nuovi posti di lavoro.

La società di Jeff Bezos continua ad investire nel nostro Paese.
0 58

Amazon, colosso dell’e-commerce, procede nel piano d’investimenti in Italia, con l’obiettivo di ottimizzare sempre più la propria rete di distribuzione nel bel Paese. Ecco, quindi, che è in programma la realizzazione di due nuovi centri, che diventeranno operativi a partire dal prossimo autunno.

Il più grande verrà costruito a Torrazza Piemonte, che si trova a 25 chilometri da Nord-est di Torino, mentre il secondo nascerà a Casirate, nella provincia di Bergamo. In totale, le due strutture garantiranno, nel giro di tre anni, circa 1.600 posti di lavoro.

In ballo migliaia di posti di lavoro

Come già detto, il centro Amazon di Torrazza Piemonte, oltre ad essere il più grande tra i due, sarà ufficialmente il quarto centro di distribuzione di Amazon nel nostro Paese. Sorgerà su una superficie di 60mila metri quadrati, per un costo totale che si aggira attorno ai 150 milioni di euro. Una volta divenuto pienamente operativo, solo questo centro offrirà lavoro a 1.200 persone.

Secondo quanto emerge dai progetti, il centro di Casirate si estenderà su una superficie di 34mila metri quadrati e consentirà di dar vita a 400 nuovi impieghi lavorativi.

L’impegno di Amazon in Italia

Dal suo approdo in Italia, che risale al 2010, la società statunitense, guidata dal milionario Jeff Bezos, ha investito oltre 800 milioni di euro, creando circa 3mila nuovi posti di lavoro spalmati lungo tutta la penisola. Solo qualche mese fa, Amazon ha deciso di aprire altri due centri di distribuzione: quello di Passo Corese, in provincia di Rieti, forte di un investimento di 150 milioni di euro, e quello di Vercelli, sborsando altri 65 milioni.

Il commento delle istituzioni

Tra le prime figure a commentare l’annuncio di Amazon è stata Chiara Appendino, sindaco di Torino, che ha dichiarato: “La decisione di Amazon è lungimirante. È un investimento considerevole che incrementerà la vitalità delle imprese locali e gli scambi commerciali, a beneficio dei consumatori e, soprattutto, rappresenta un volano per l’economia locale. L’apertura della struttura logistica, in una dimensione legata all’impiego di tecnologie innovative, offre inoltre uno spiraglio concreto all’occupazione. È un’altra opportunità per il nostro distretto di catalizzare attenzione internazionale e continuare a crescere”.

Soddisfazione trapela anche dalla dichiarazione di Sergio Chiamparino, presidente della regione Piemonte: “Questa buona notizia è l’ulteriore conferma di come il Piemonte sia un territorio dove valga la pena investire. Un luogo di innovazione e di competenze, che viene scelto come contesto più favorevole per grandi operazioni da parte di importanti aziende multinazionali. Annunci come quelli di Amazon non avvengono per caso.Sono conseguenza di un sistema di relazioni serio e affidabile, che si costruisce e rafforza nel tempo”.

Nel mirino c’è l’Europa

Mentre, dalle parti di Amazon è stato Fred Pattje, Amazon operations director per Spagna e Italia, a parlare del piano di investimenti in Europa: “Il nuovo centro di distribuzione di Torrazza rappresenta una prova tangibile dell’impegno di Amazon nei confronti del Paese, dei nostri clienti e dei venditori terzi che impiegano il nostro marketplace per sviluppare le loro attività in tutta Europa”.

Commenti
Loading...